i brutti ma buoni

Brutti ma Buoni, dolcetti della tradizione fiuggina che devono il loro nome alla forma irregolare, dove l'intreccio di mandorle e nocciole è saggiamente unito da un'antica ricetta che la pasticceria Caponi custodisce con cura. Si narra siano originari della città di Gavirate nella quale, nel 1978, nacquero dall'intuizione di Costantino Veniani, pasticcere di alta scuola lombarda. In breve tempo riscossero talmente tanto successo che affascinarono persino dei personaggi come Giuseppe Verdi e la regina Elena che, ne era talmente golosa, da farne scorta ogni qualvolta faceva visita a una sua dama di corte residente nei pressi di Gavirate.
storia
La pasticceria Caponi pone le sue radici nel lontano millequattrocento a Fiuggi Fonte, frazione del comune di Fiuggi (FR), località termale che sorge ai piedi dei Monti Ernici e circondata da incantevoli boschi di castagni. Infatti, sebbene quella della pasticceria Caponi è un'avventura iniziata nei primi anni del secolo scorso, la sua storia comincia proprio nel millequattrocento quando un vecchio frate...
fiuggi
Alle pendici dei monti Ernici e immersa in una splendida cornice formata da boschi di castagni sorge Fiuggi, località termale che deve la sua fama alle abbondanti acque che sgorgano dalle sue fonti. Con la straordinaria capacità curativa, l'acqua di Fiuggi era nota fin dal medioevo quando Papa Bonifacio VIII, sofferente di calcoli renali, la descrisse “acqua della salute”. Più tardi anche Michelangelo ne trasse giovamento contro...
ingredienti
È nella filosofia della pasticceria Caponi garantire sempre la qualità e l'autenticità non solo del famoso amaretto ma di ogni singolo prodotto, grazie al sapiente intreccio di ingredienti freschi e genuini con le ricette territoriali, tipiche della tradizione fiuggina. Particolarmente attenta è la ricerca dei giusti ingredienti con i giusti dosaggi e la lavorazione artigianale, frutto dell'estro dei maestri pasticceri, affinché si...